image_new (3)

Apple, grazie al brevetto rilasciato da USPTO, ha prodotto un sistema intelligente per la creazione del proprio itinerario di viaggio. Questo è possibile basandosi sull’analisi in tempo reale del traffico, con la possibilità di accedere alla strada più veloce per la destinazione desiderata. Secondo il brevetto No. 8.793.062 per la “Navigazione basata sulle fermate rilevate”, il sistema raccoglie e analizza i dati di traffico da dispositivi mobili come iPhone per determinare la posizione, interpretando i movimenti rilevati come segnali di avanzamento o stop dei veicoli. Le informazioni teoricamente più precise rispetto ai tradizionali metodi di monitoraggio del traffico, possono quindi essere utilizzate per calcolare percorsi più veloci e suggerimenti alternativi al volo.

image_new (4)

In alcune forme di realizzazione, l’invenzione si basa sul modulo GPS di iPhone per determinare quando un utente si trova in un veicolo in movimento. Mettendo in relazione i dati del GPS che rilevano la posizione, con le informazioni fornite dall’accelerometro a bordo e l’orologio di sistema, il dispositivo sarà in grado di determinare la posizione e il tempo trascorso, interpretandolo in segnali di stop di o avanzamento. I dati raccolti verrà inviato a un server remoto, che in tempo reale avvierà l’analisi del modello. Ad esempio, più iPhone inviano informazioni sul traffico, maggiori saranno le correlazioni tra i segnali di stop interpretati in base alla posizione, e minore il tempo per delimitare le aree congestionate.

Gli iPhone sono in grado di memorizzare i dati di traffico raccolti per il caricamento in un secondo momento, mentre il server tiene traccia dello storico di una posizione. Per determinare se un veicolo è fermo ad uno stop o ad un semaforo, il sistema analizza il movimento in funzione del tempo, ad esempio una serie di brevi soste seguite da movimenti brevi che terminano con un movimento maggiore sulla lunga distanza, descrivono il modello “stop-and-go” sperimentato nel caso di semaforo rosso.

image_new (5)

In alternativa, la posizione e la congestione di un semaforo possono essere determinate raggruppando insieme i dati provenienti da più veicoli che si fermano in prossimità di un incrocio noto per un lungo periodo di tempo, per poi passare attraverso l’intersezione. Dopo la raccolta e l’elaborazione delle informazioni, i dati possono essere inviati ad uno o più dispositivi che eseguono un’ applicazione di navigazione, come Mappe di Apple. Semafori, ingorghi, incidenti ed altre informazioni sulla scorrevolezza del traffico, possono essere visualizzate graficamente sulla cartina o considerate per la creazione di un itinerario di viaggio.

In alcune realizzazioni, i dati vengono utilizzati anche per informare gli automobilisti bloccati per strada, sulla reale entità dell’ingorgo, inoltre gli utenti possono controllare le ore del giorno in cui determinati incroci risultano maggiormente affollati, consentendo una programmazione intelligente delle partenze..

image_new (6)

Non è ancora stato precisato se Apple implementerà questa tecnologia alla sua app “Mappe”, ma sarebbe ponderabile una questione simile in futuro, come aggiunta al servizio già offerto.

Il brevetto è stato depositato ed accreditato nel 2012 da Jorge S. Fino, a cui viene attribuita la nomina di suo inventore.

Carica di più di Nikolas La Rocca
Carica di più Apple

Leggi anche...

iPhone X Clone – sembra quasi vero!

ECCO IL CLONE DI SAMSUNG GALAXY S9+ UNBOXING: https://www.youtube.com/watch?v=Qr7ADZy1__4 …