Internet Explorer è il browser più diffuso al mondo , anche perché inserito di default nei sistemi Windows.

Stando ai dati raccolti da Bromium Labs, nel 2014 il numero di vulnerabilità scoperte nel codice di Internet Explorer è raddoppiato rispetto all’anno scorso. Si tratta di un risultato inquietante, per di più raggiunto in soli sei mesi.

Sempre secondo questa ricerca Internet Explorer ha vinto il titolo come browser più buggato di tutti .
Nel 2014 Redmond ha distribuito più patch di quelle pubblicate nei dieci anni precedenti, sostiene la security enterprise, anche se non sono tutte cattive notizie: col tempo “bucare” IE è diventato più difficile e oggi i cracker prediligono usare componenti esterni come Adobe Flash per sovvertire i meccanismi di sicurezza del browser, mentre Microsoft si è impegnata a rendere più sicuro il proprio browser.Secondo Bromium la situazione delle vulnerabilità è migliorata parecchio nel caso di Java, con la VM di Oracle.

ie10

A non aiutare la sicurezza di IE ci pensano ovviamente la popolarità del browser e la necessità, per Microsoft, di mantenere la retrocompatibilità con gli standard delle versioni meno recenti del software.Dal canto suo l’azienda di Redmond si impegna a rendere il broswer meno ” attaccabile” per cui nei prossimi tempi saranno di sicuro in arrivo patch correttive. C’è ancora una speranza per gli utenti che usano questo browser.

Carica di più di Nikolas La Rocca
Carica di più Uncategorized

Leggi anche...

#ILOVESHARING: CONDIVIDI CON HONOR 8 E RICEVI MUSICA

Un giro in bici, uno spostamento in città o un viaggio, le pulizie in casa o il passaggio …