Dopo circa 1 mese di utilizzo quotidiano, posso finalmente dedicarmi a scrivere una recensione completa delle stupende Jabra Elite 25e, cuffie in ear Bluetooth un’autonomia da sogno: ben 18 ore di musica!
Si tratta di un record: è la cuffia sotto i 100€ con la più alta autonomia al mondo (ad oggi disponibile).

📦 LA CONFEZIONE 📦

E’ sobria e presenta, una volta aperta la patella, la cuffia in tutto il suo splendore.
Vediamo in questa galleria come si presenta ed il suo contenuto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

– cuffia
– cavo USB/Micro USB per ricaricare
– gommini di tre diverse misure
– guida rapida

Sfortunatamente nessuna custodia per questa cuffia da 100€.

Prendendo in mano la Jabra, la prima cosa che noto è la qualità dei materiali utilizzati e la leggerezza dell’insieme.
Apprezzo i cavi piatti, inserisco gli auricolari e…

“La prima in ear comoda che provo, con i gommini che non mi escono dalle orecchie! WOW.”

🛠️ COME SONO FATTE? 🛠️

La struttura è in plastica semirigida, l’archetto si può flettere per adattarsi meglio al collo nudo in estate o allo spessore della super sciarpa invernale; particolari gialli catturano la mia attenzione: un piccolo dettaglio kitsch in una cuffia elegante!

La cura nei dettagli sembra ottima.

I cavi, piatti come detto, non si attorcigliano. Un plauso alla comodità degli inserti in-ear: dopo tanti anni finalmente ho trovato una forma che mi è confortevole e non mi esce dal canale auricolare con facilità.
Merito della particolare conformazione angolata, chiamata EarGels™, che si “aggancia” anche al lobo interno dell’orecchio per regalare un comfort senza eguali.

All’accensione della cuffia, tenendo premuto il tasto centrale sulla parte destra, si avverte oltre ad un suono spaziale una suggestiva vibrazione provenire dal collo: un feedback che arriva anche in presenza di chiamate e notifiche dello smartphone collegato via Bluetooth.
Gli altri due tasti servono per regolare il volume e gestire il cambio traccia.

Non sono riconoscibilissimi indossando i guanti in questo freddo inverno, a causa del loro spessore rastremato, ma a mani nude li si trova con destrezza.

Dall’altro lato invece troviamo un grande microfono pieno di forellini ed il tasto dedicato per l’accesso diretto a Siri e Google Now.

Con un tap prolungato entra in azione l’assistente vocale. La qualità della chiamata è sopra la media, sembra addirittura esserci un qualche algoritmo che, similiarmente a quanto avviene su iPhone con l’uso di microfoni extra, cancella l’audio circostante per darci un parlato più chiaro.

“Ripeto: non avevo mai provato una cuffia in-ear più comoda.”

📋 IMPRESSIONI DI UTILIZZO 📋

La qualità del suono è eccezionale, sono presenti due driver da 10 mm che assicurano bassi profondi ed acuti cristallini, con un accento di rilievo sulle tonalità medie della voce. Sono riuscito a scorgere particolari di cori in canzoni folk che mi ero perso con le prove di altre cuffie, anche ben più costose. La riduzione del rumore passiva è altresì efficacissima.

La ricarica invece avviene tramite cavetto, ma non  la dovrete effettuare molto spesso: nel mio test di un mese ed ascolto quotidiano nel tragitto casa-lavoro la ho caricata solo una volta!

Le Jabra Elite 25e sono dotate di grado di protezione IP54 che assicura la resistenza a vento ed acqua, e offrono la connessione fino ad 8 dispositivi via Bluetooth e a due in simultanea tramite Multiuse.


Se proprio devo trovare un difetto, sta nell’assenza di una custodia.
E’ molto fastidioso poter pensare di poter rovinare delle cuffie così belle e prestazionali… Io ho risolto con un case per cuffie morbido già in mio possesso, ma avrei preferito trovarne incluso uno a marchio JABRA…

🤝 PREZZO 🤝

Il prezzo di acquisto è di 79 €, più che giustificato data la natura “premium” di questa cuffia.
Attualmente la si può acquistare dal sito del produttore .

“Meritano un punteggio GADGET-SCORE di 4,5 stelle su 5, più che meritato!”

A presto con la prossima recensione dal vostro Marco Tognoli!

 

Carica di più di Marco Tognoli
Carica di più Cuffie

Leggi anche...

Pictar One – Il grip per trasformare l’iPhone in una vera fotocamera | Recensione

Probabilmente tutti, chi più, chi meno, ha già sentito il bisogno di avere una fotocamera …