Gli spettatori sono sempre più attenti alla qualità e alla immersività delle immagini e al cinema vorrebbero sempre più spettacoli live e serie tv. A rivelarlo è un sondaggio1, condotto da alcuni partner locali con Sony Digital Cinema e che ha indagato le preferenze del pubblico in merito all’esperienza cinematografica nelle sale italiane.

La qualità delle immagini è ritenuta un elemento molto importante dall’87% degli spettatori, che si aspettano di vivere un’esperienza diversa da quella domestica e per questo il 4K diventa un fattore di scelta (81%) – anche se il 28% lamenta di essere poco informato su quali cinema dispongano di questa tecnologia. Solo il 19% degli intervistati non tiene in particolare considerazione l’aspetto qualitativo mentre due spettatori su tre affermano di essere disposti a spendere di più in cambio di uno spettacolo migliore.

Cambiano anche le abitudini e i desideri degli spettatori: il 70% si informa soprattutto online – il 40% si affida esclusivamente ai social media –  quotidiani e riviste tradizionali scendono al 21%, mentre la TV sprofonda al 7%. Intervistati su che tipo di contenuti si vorrebbe in programmazione accanto ai film tradizionali, il 55% indica concerti e spettacoli live che svettano sulla novità assoluta delle serie TV, scelte dal 23% del pubblico.

“La qualità dell’esperienza visiva come elemento differenziante è l’aspetto che emerge con più forza dal sondaggio. Questo ci dice che sono cambiate in modo importante le esigenze e il modo in cui il pubblico guarda allo spettacolo cinematografico”, commenta Enrico Ferrari, Regional Sales Head Central Eastern & Southern Europe Theatre Solutions, Sony Professional Europe. “I TV ad alta definizione hanno abituato gli spettatori a uno standard qualitativo molto alto in ambito domestico, dunque le aspettative e l’attenzione verso l’immagine cinematografica sono cresciute in modo proporzionale e la preferenza per il 4K è la sua naturale conseguenza”.

“9 spettatori su 10 hanno giudicato ottima la qualità d’immagine del 4K che hanno potuto apprezzare nelle nostre sale e questo ripaga il nostro impegno”, commenta Mariano Pierucci, Responsabile Stella Film. “La nostra scelta del 4K è stata soprattutto un investimento sul pubblico e sull’esperienza cinematografica, assicurando agli spettatori un livello di qualità in grado di fidelizzare”.

“Il pubblico oggi è molto esigente ma è anche ben disposto a premiare chi punta su qualità e competenza. Di recente il nostro gruppo ha scommesso sulla riapertura di un multisala in Sardegna, il Cineworld Madison di Iglesias, e stiamo avendo riscontri molto positivi sulla scelta del 4K”, aggiunge Manuele Ilari, Responsabile di MMR Cinema srl.

Un ultimo sguardo va al futuro delle sale. Secondo il 79% gli intervistati la realtà virtuale sarà sempre più protagonista, insieme a schermi sempre più grandi. Esperienze dunque che diventano ancora più coinvolgenti, personali e in grado di rinnovare la magia della settima arte.