Buongiorno cari amici di GadgetLand, oggi faremo per voi la recensione dello smartwatch Vigorun, che ci è stato inviato in un sobrio ed elegante colore nero.
Questo prodotto, di provenienza cinese e prezzo entry-level, si caratterizza per una grande autonomia di batteria, senza rinunciare alle funzioni tipiche di qualsiasi smartwatch che si rispetti.

Il nostro test ha avuto durata di circa un mese, con un utilizzo quotidiano giorno – notte ed in abbinamento con uno smartphone Android anch’esso entry-level (Xiaomi Redmi Note 8T

ASPETTO 

Lo smartwatch si presenta in una confezione di cartone nero, minimale e con all’interno un libretto di istruzioni ed il cavo di ricarica.
Praticamente superfluo specificare che l’alimentatore USB non è incluso

L’orologio ha un design che a noi è piaciuto parecchio; molto sobrio, per nulla tamarro, con due soli tasti sul lato destro.
Durante il periodo di prova della nostra recensione dello Smartwatch Vigorun più di una persona, vedendo l’orologio di sfuggita, ha chiesto se si trattasse di uno smartwatch di brand ben più blasonati del Vigorun, a testimonianza di un design senza dubbio vincente e comparabile con prodotti che costano più di 10 volte tanto.
Questo chiaramente non aggiunge niente al valore in sé del prodotto ma fa comunque intuire la cura che è stata messa in design ed assemblaggio del prodotto.

IMPRESSIONI D’USO

Lo smartwatch è molto comodo da indossare, merito della leggerezza della cassa e del cinturino molto morbido. Queste caratteristiche lo rendono perfetto da tenere durante tutta la giornata e soprattutto durante l’attività sportiva.
Anche con abbondante sudorazione dopo una corsa o una pedalata la cassa e la gomma del cinturino non prendono il cattivo odore che a volte può rendere sgradevole l’utilizzo di questi prodotti.

C’è da dire che lo smartwatch è comunque lavabile da cima a fondo: durante il periodo di prova non abbiamo riscontrato nessun problema e l’orologio si è dimostrato affidabile anche per attività acquatiche, essendo resistente fino a 5 bar.

I due tasti sono comodi e precisi da utilizzare, non avendo giochi particolari. L’intero smartwatch in generale sembra assemblato con cura e restituisce una buona sensazione di robustezza. Anche maltrattando il vetro con urti, strusciamenti e colpi non abbiamo riscontrato danni e graffi evidenti, a testimonianza di una buona qualità del vetro.
Da menzionare anche l’estrema facilità con cui è possibile sfilare il cinturino per sostituirlo o lavarlo; è infatti sufficiente agire su due piccoli perni posizionati sul retro per sfilare in pochi secondi il cinturino.
Infine il cavo di ricarica (magnetico) si accoppia bene e facilmente alla cassa.

Software: forse il suo punto debole?

La parte software è secondo noi il punto debole del prodotto. Lasciando perdere installazione dell’app VeryFitPro ed abbinamento con il dispositivo, che sono facili e immediati, vi sono sicuramente degli aspetti da migliorare.
Abbiamo apprezzato che, durante il periodo la nostra prova, l’applicazione sia stata aggiornata ed in particolare siano stati sistemati i testi in italiano, che all’inizio erano veramente imbarazzanti. Per darvi un’idea la traduzione di “refreshing” era resa con “è rinfrescante”, così come altri strafalcioni che facevano un po’ sorridere un po’ inorridire.

Allo stato attuale questo aspetto è stato sistemato ed i testi sono in italiano corretto. Il layout dell’applicazione è pulito, permettendo un utilizzo immediato ed esponendo in modo chiaro i parametri principali.
Durante il mese di utilizzo non abbiamo osservato crash dell’applicazione. 

A livello software c’è la possibilità di scegliere tra diversi quadranti, da quelli puramente digitali a quelli con aspetto analogico. Seppur non siano molti c’è un buon assortimento ed è facile trovare quello che risponde maggiormente al proprio gusto. Tra le funzioni direttamente attivabili dallo smartwatch abbiamo la possibilità di iniziare l’attività sportiva scegliendo tra le diverse impostabili; verificare il battito cardiaco in tempo reale (con range minimo e massimo), di visualizzare la meteo e di accedere a timer e cronometro.

Esiste anche la possibilità, tramite app, di impostare sveglie e notifiche per chiamate e messaggi. Sinceramente ci ha lasciati un po’ perplessi il font usato per le notifiche, che si discosta da quello utilizzato per gli altri menù dello smartwatch ed è decisamente più bruttino.
Segnaliamo come, qualche volta, l’illuminazione automatica del quadrante ruotando il polso non funzioni o funzioni in ritardo.

App e batteria: come si sono comportate nella nostra recensione dello smartwatch Vigorun

Il punto forte dello smartwatch, come detto nell’introduzione, è senza dubbio la durata della batteria.
Pensate che in un mese di utilizzo l’abbiamo caricata solamente due volte. I 15 giorni di autonomia dichiarati sono effettivamente un dato veritiero.

Certo, con un utilizzo intensivo e con molteplici attività sportive la durata della batteria si riduce, ma non in maniera così marcata. Questo è sicuramente un punto a favore per tutti gli utenti che non vogliono essere costretti a dover caricare ogni pochi giorni lo smartwatch; tipicamente questa è un’operazione che si fa nelle ore notturne, ostacolando quindi un assiduo monitoraggio del sonno, funzione che questo smartwatch offre.

Un’autonomia così elevata è raggiunta attraverso piccoli accorgimenti che permettono di risparmiare batteria senza inficiare l’esperienza dell’utente (ad esempio il quadrante si spegne dopo pochi secondi di inattività). Abbiamo trovato tuttavia un po’ fastidioso il fatto che, utilizzando il cronometro, il display non rimanga acceso se non per pochi secondi; questo può essere davvero noioso nel caso sia necessario tenere sotto controllo lo scorrere dei secondi.

GPS e rilevamento battito cardiaco

Durante il mese di recensione dello smartwatch Vigorun, non abbiamo potuto non notare che l’orologio non è dotato di GPS interno; pertanto si appoggia a quello dello smartphone durante le attività sportive.
Quello che abbiamo rilevato è che senza una localizzazione precisa l’orologio tende a perdere un po’ di colpi, in particolare nel registrare (in difetto) le distanze percorse e di conseguenza il tempo al km, ad esempio nel caso della corsa.
Queste carenze vengono per buona parte colmate ricorrendo al GPS, ma in questo caso è ovviamente necessario portarsi dietro anche lo smartphone. Come visibile dall’immagine sotto, vi sono ancora punti su cui lavorare: l’applicazione dà per buoni punti GPS che non hanno nessun senso, spostandoci di decine di chilometri in pochi secondi e senza riconoscere l’errore. In questo caso non è neanche possibile operare una correzione manuale della traccia post-allenamento, risultando in un log del nostro workout impreciso e non corretto.

Il tracking della frequenza cardiaca funziona in linea di massima bene, solo in un caso abbiamo riscontrato un’imprecisione riguardo la frequenza cardiaca massima, schizzata improvvisamente ad oltre 200 battiti per minuto. Le frequenze cardiache di riferimento possono essere impostate o automaticamente in base all’età o agendo manualmente dall’applicazione.

CONCLUSIONI 

Lo smartwatch Vigorun è un prodotto di fascia economica e con pretese non troppo elevate

Quello che sicuramente ci è piaciuto, e non poco, è il design del prodotto, minimale ed elegante, oltre alla durata della batteria davvero invidiabile. Questo lo rende un buon smartwatch per chi vuole dimenticarsi il cavetto di ricarica anche per una vacanza di quasi due settimane o che non vuole il pensiero di caricare con frequenza l’orologio. 

Di contro abbiamo riscontrato diversi difetti, per lo più legati alla giovinezza e all’immaturità del prodotto. Si va da “leggerezze” come nel caso della traduzione dei testi (per fortuna corretta) a peccati decisamente più gravi, come nel caso delle imprecisioni riscontrate nella traccia GPS e nella registrazione dei passi.
Il monitoraggio della frequenza cardiaca, seppur perfettibile, non ha sfigurato nel nostro test.

Tenendo ben presente che Vigorun è proposto ad un prezzo interessantissimo, consigliamo l’acquisto a chi vuole un prodotto di fascia medio-bassa ma con alcuni limiti.

In attesa di questi miglioramenti il nostro punteggio GadgetScore è di 3,5 stelline su 5, che potrebbero diventare 4 in futuro con i dovuti aggiornamenti sia nell’app che nel firmware.

Prezzo e disponibilità

Tutti i dettagli e le caratteristiche tecniche complete li potete trovare sulla pagina ufficiale del prodotto, mentre per l’acquisto si può passare per il canale di Amazon.it, a questo indirizzo.
Il prezzo, ad oggi, è di circa 50€.



ISCRIVITI al nostro canale YouTube per nuovi video ogni settimana!



OFFERTE IRRIPETIBILI su Amazon: clicca qui.
Le migliori OFFERTE FLASH DI OGGI su GearBest: clicca qui
PROVA Amazon Prime gratis per un mese: clicca qui

A questa pagina invece trovi tutte le nostre recensioni, fatti un giro 🙂


Hai appena letto: “Recensione Smartwatch Vigorun” di GadgetLand.it.